19.3 C
Roma
mercoledì, Settembre 23, 2020
Home Anno 2019 Seconda ed ultima replica di Domenico Giglio

Seconda ed ultima replica di Domenico Giglio

Seconda ed ultima replica di Domenico Giglio

La mia nota sul convegno a Cosenza, definita nel tempo e nello spazio era lunga 25 righe. A questa, la mia interlocutrice oppose oltre 160 righe spaziando su i più vari argomenti, allargando la tematica iniziale e quasi dimenticando il perché del mio articoletto. Logicamente la replica, come tutte le repliche serie ed argomentate ha oltrepassato la lunghezza della requisitoria superando le 200 righe. Chi ha cominciato per primo ad aumentare le righe? Punto

Non entro sui problemi storici, mi limito ad osservare che anche in questa risposta si allarga ancora l’orizzonte citando la Regina Vittoria. Molto bene perché una punzecchiatura anche ad uno stato straniero può fare piacere, date tutte le malevolenze che all’estero si sono avute nei nostri confronti. Punto

Per un liberale difficilmente esistono verità assolute, ma tra ragioni e torti , come nello sport, ad esempio calcistico, c’è chi segna di più e chi ne incassa di più. Difficile lo Zero a Zero. Non voglio dire il punteggio che darei per non dare spunti ad altre risposte, dove si tirerebbe in ballo la sabauda Juventus. Punto

D’accordo su Borbone, ma prima di rimproverarlo al povero ignorantello Giglio lo dica ad Acton (filo borbonico), o a chi ha tradotto e stampato i due volumi della storia di questa dinastia (da me letti attentamente, insieme con numerosissimi altri), che parlano di Borboni. Punto

Lasci stare De Amicis, testimone oculare di molte vicende e non ingaggiato da nessuno. Punto

Ho contestato il tono con cui si pronuncia “Savoia”, perché nel periodo dal 1849 al 1870, vi era solo Vittorio Emanuele II, e non interessano coloro che regnarono dal 1000 d.C., per ottocento anni. Punto.

Le diatribe non mi interessano né sono nel mio modo di pensare. Mi piace precisare il che o molto diverso. Punto.

Infine auguri per il libro che sta scrivendo.

25 ottobre 2019

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Meno parlamentari, una riforma monca senza il diritto di scelta dell’elettore

di Salvatore Sfrecola Ho votato NO, come è noto ai lettori di questo giornale ed a quanti hanno...

Il Taccuino del Direttore

Gli anziani sono un po' come i bambini, vogliono essere al centro dell'attenzione, i bimbi, perché così si fanno notare dai...

Palazzo Spada dice NO alla nomina a Consigliere di Stato dell’avvocato amico di Giuseppe Conte

di Salvatore Sfrecola Decisamente il 17 non porta bene a Giuseppe Conte. Era, infatti, il 17 luglio quando...

I buoni motivi per dire NO al taglio dei parlamentari

di Salvatore Sfrecola Il 20 settembre, data fatidica nella storia d’Italia, il giorno in cui Roma è entrata...

Recent Comments